Home · Chi Siamo · Segreteria/Apparato Uilm · Siti Segnalati · C.S.T. UIL Brescia · FaceBook · Sedi Caf Uil sul territorio · Convenzioni Iscritti UIL · Periodico di informazione Uilm 22 Aprile 2019 22:52
Navigazione
Home

Chi Siamo
Segreteria/Apparato Uilm
Dove Siamo

Valore Lavoro
Lavoro Artigiano

Cerca
News
Archivio
Siti Segnalati
Foto
C.S.T. UIL Brescia
Statuto Uilm
FaceBook
MetaSalute
Fondo Cometa
FondApi
Sedi Caf Uil sul territorio
UILwebTV
Convenzioni Iscritti UIL
Periodico di informazione Uilm
E.L.B.A.
FondArtigianato

Utenti Online
Ospiti Online: 1
Nessun Membro Online

Membri Registrati: 3
Ultimo Membro: segreteria
In evidenza
Telecamere nei cantieri a Brescia
Comunicati stampaBrescia, telecamere nei cantieri
“Il Comune di Brescia, come è stato pubblicato in questi giorni dalla stampa, introdurrà nei circa novanta cantieri aperti, o invia di apertura, telecamere e tornelli di rilevazione delle presenze a salvaguardia della sicurezza sul posto di lavoro. La rilevazione dei dati biometrici della mano sinistra, inseriti in un badge personale per ogni lavoratore, telecamere di sorveglianza degli ingressi e delle recinzioni, girello d’ingresso che si apre solo con l’introduzione del badge e con l’apposizione su un apposito lettore della mano sinistra, sensori Rfid su scarpe ed elmetti e sensori di prossimità per avvertire il lavoratore di un eventuale pericolo sono elementi relativi alla sicurezza che da tempo la Uil sostiene essere di assoluta importanza per prevenire incidenti e morti bianche. L’introduzione di parte di questi elementi di prevenzione è il frutto di una lunga battaglia culturale della Uil, che ha già portato ad un importante intesa unitaria a Milano e alla sperimentazione alla Barattieri di Brescia e che ora registra la sensibilità e l’impegno dell’assessore Mario Labolani ”.
Commenta così Claudio Mor, segretario regionale della Uil con responsabilità per la sicurezza e per l’artigianato, la notizia che il Comune di Brescia introdurrà nei cantieri di sua competenza strumenti tecnologici di rilevazione che consentano di monitorare il pericolo e di prevenirlo.
“L’articolo 3 dell’accordo Barattieri, sottoscritto dalle Rsu di Uilm e Fim – aggiunge Claudio Mor - recita in proposito: “Si intende realizzare una sperimentazione di uso del video monitoraggio per il miglioramento della sicurezza sul lavoro e della sicurezza impiantistica”. Si prevede pertanto l’installazione, “in luoghi e con modalità scientificamente individuati, di un sistema di videoripresa che potrà consentire una migliore attività di prevenzione: l’intervento precoce in caso di pericolo o malfunzionamento, l’analisi di incidenti, la migliore formazione degli operatori d’azienda. In parallelo, si individuano opportune modalità per incrementare la partecipazione dei lavoratori incentivandoli alla condivisione delle esperienze acquisite quotidianamente sugli impianti, che andranno integrate con le informazioni ottenute mediante il video monitoraggio al fine di evidenziare e risolvere eventuali problemi relativi alla sicurezza sul lavoro”. L’accordo chiarisce che tutto dovrà avvenire nel pieno rispetto della normativa sull’utilizzo degli impianti audiovisivi prevista dal contratto nazionale e dallo Statuto dei lavoratori”.
“A Milano – prosegue Mor - la sperimentazione ha riguardato la Provincia di Milano, con un accordo sottoscritto con le organizzazioni sindacali e con Assimpredil Ance, finalizzato a garantire la sicurezza nei luoghi di lavoro. Il protocollo firmato dall’allora presidente Filippo Penati e dalle associazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil e Assimpredil rappresenta un passaggio fondamentale per la sicurezza sul lavoro nelle costruzioni quale strumento innovativo per i suoi contenuti e i suoi sviluppi applicativi”.
“Brescia – conclude Mor – con l’iniziativa di Labolani, così come con la sperimentazione alla Barattieri, si mostra ancora una volta terreno privilegiato di sperimentazione di strumenti avanzati, grazie anche all’impegno attivo del sindacato. Noi, lo sottolineiamo, preferiamo prevenire, con tutti gli strumenti disponibili, anziché, ogni volta, gestire il classico sciopero a tragedia avvenuta. L’iniziativa dell’assessore Labolani si inscrive in un percorso positivo di prevenzione che non può che avere il plauso di chi, come noi, è stato promotore della cultura della prevenzione”.
Login
Nome Utente

Password



Dimenticata la password?
Richiedine una nuova qui.
Benvenuti nel sito Ufficiale della UILM-Uil Brescia sede provinciale via Rodolfo Vantini n°20 25126
telefono: 030/398250 - fax: 030/300084 e-mail: uilm@uilbrescia.it
Shoutbox
Devi loggarti per scrivere un messaggio

uilmbrescia
04/06/2014 14:46
L’Inps nella circolare n. 67/2014 comunica che i percettori di prestazioni di sostegno al reddito l’integrazione salariale, potranno fruire del bonus previsto dal Dl n. 66 del 24 aprile 2014

uilmbrescia
24/02/2014 13:57
Lavoratori impegnati in attività usuranti Domande entro il 1° marzo....vai su http://www.ital-uil.i/ind
ex.jsp?id=402&dettaglio=7
08


uilmbrescia
24/02/2014 13:55
I lavoratori che hanno svolto attività usuranti e maturano i requisiti per il diritto alla pensione entro il 2014 devono presentare la domanda di riconoscimento dei benefici pensionistici entro 1/03

uilmbrescia
24/09/2013 15:40
il 25/09/13 ultimo giorno utile per presentare le domande relative alla terza salvaguardia a Inpsper i lavoratori cessati con accordi individuali/collettivi di incentivo all’esodo.

uilmbrescia
04/09/2013 15:47
Fiat ha incontrato i Sindacati firmatari del CCSL confermando impegni su siti italiani da subito Mirafiori

uilmbrescia
04/09/2013 15:28
E’ on-line la circolare n.19 del 5 giugno 2013 contenente le istruzioni operative per le Direzioni territoriali del lavoro corredata dal modello di istanza che dovrà essere presentata dai lavoratori.

uilmbrescia
28/08/2013 14:31
VAI SU:http://www.ital-uil.it
/index.jsp?id=402&dettagl
io=594&bnk=nf - Maternità - Obbligo dei medici inviare i certificati all'Inps legge,novità contenute nella legge n. 98/2013



500,229 Visite

Powered by PHP-Fusion copyright © 2003-2006 by Nick Jones.
Released as free software under the terms of the GNU/GPL license.