Home · Chi Siamo · Segreteria/Apparato Uilm · Siti Segnalati · C.S.T. UIL Brescia · FaceBook · Sedi Caf Uil sul territorio · Convenzioni Iscritti UIL · Periodico di informazione Uilm 22 Aprile 2019 22:26
Navigazione
Home

Chi Siamo
Segreteria/Apparato Uilm
Dove Siamo

Valore Lavoro
Lavoro Artigiano

Cerca
News
Archivio
Siti Segnalati
Foto
C.S.T. UIL Brescia
Statuto Uilm
FaceBook
MetaSalute
Fondo Cometa
FondApi
Sedi Caf Uil sul territorio
UILwebTV
Convenzioni Iscritti UIL
Periodico di informazione Uilm
E.L.B.A.
FondArtigianato

Utenti Online
Ospiti Online: 1
Nessun Membro Online

Membri Registrati: 3
Ultimo Membro: segreteria
In evidenza
ESUBERI - Brandt, c'è l'accordo
Comunicati stampaDal Bresciaoggi del 18/07/2012

NELLE FABBRICHE. Dopo l'ok dell'assemblea siglata definitivamente l'intesa tra azienda e tutti i sindacati di categoria. Previsti reindustrializzazione del sito, incentivi all'esodo, mobilità su base volontaria «Ora dalle parole si passi ai fatti»


Esuberi alla Brandt Italia di Verolanova: ora c'è l'accordo, con la sigla, oltre che dell'azienda, di tutti i sindacati. A QUELLA di Fiom e Uilm, già firmatari dell'ipotesi d'intesa venerdì scorso dopo l'incontro con la proprietà, si aggiunge quella della Fim. «Lo abbiamo fatto dopo aver ottenuto il mandato dai lavoratori - sottolinea il segretario generale, Laura Valgiovio -. Il testo rispecchia puntualmente ciò che avevamo chiesto di condividere un mese fa con la raccolta di firme avviata nonostante la contrarietà della Fiom». Soddisfazione per la conclusione della partita viene espressa anche dai meccanici Cgil, guidati dal leader Francesco Bertoli. In un comunicato evidenziano il risultato dell'assemblea di ieri - per illustrare i contenuti - culminata con il referendum con voto segreto: 263 i partecipanti su 439 dipendenti; a favore 243, contrari 19, una sola la scheda bianca. «Ora - si legge nella nota - inizia la fase operativa della gestione» della forza lavoro in eccesso, «iniziando dalla reindustrializzazione del sito». Ribadito l'impegno per garantire una soluzione «a tutti, senza che nessuno rimanga escluso». Martino Amadio, alla guida della Uilm di Brescia, pone al centro dell'attenzione l'importanza di quanto definito, «che ogna segna l'avvio di un periodo altrettanto significativo». Ricorda che «il passaggio dalla mobilità riguarda tutti gli occupati, mentre la riconversione della fabbrica ne coinvolgerà solo una parte». E sottolinea l'importanza di «gestire al meglio gli esuberi nei primi dodici mesi di Cassa integrazione straordinaria concordati al ministero», così da garantire, con la riduzione di almeno il 30%, «anche il secondo anno di ammortizzatore sociale». Giorgio Cortesi, amministratore delegato della società (gruppo Fagor Brandt), esprime a sua volta un giudizio positivo. «A questo punto - dice - bisogna solo passare dalle parole ai fatti». L'ACCORDO definito, segna un altro passo nel percorso destinato a segnare in modo non indifferente la Bassa: un'area che sembra ormai destinata a perdere, comunque a vedere nuovamente ridimensionata, una storica presenza industriale. Prospetta - nel periodo di ricorso alla Cigs - dimissioni incentivate (con una buona uscita di 6 mila euro); ed ancora, un progetto di reindustrializzazione del sito di Verolanuova con lo sviluppo di attività diverse da quelle attuali, che potrebbe consentire l'assorbimento «di quote significative di occupati Brandt». Contempla, inoltre, il ricorso alla mobilità volontaria - condizione necessaria - per favorire assunzioni collettive in altre imprese della zona (tra le potenziali interessate c'è la Modine di Pontevico), l'accompagnamento alla pensione, oppure il ricollocamento di personale su base individuale: in quest'ultimo caso, come novità emersa negli ultimi incontri, è introdotto un incentivo di 3 mila euro.
Commenti
Non sono stati scritti commenti
Scrivi commento
Prego Loggati per scrivere un commento
Voti
Il Voto è attivo solo per i Membri.

Prego loggati o registrati per votare.

Nessun voto pervenuto
Login
Nome Utente

Password



Dimenticata la password?
Richiedine una nuova qui.
Benvenuti nel sito Ufficiale della UILM-Uil Brescia sede provinciale via Rodolfo Vantini n°20 25126
telefono: 030/398250 - fax: 030/300084 e-mail: uilm@uilbrescia.it
Shoutbox
Devi loggarti per scrivere un messaggio

uilmbrescia
04/06/2014 14:46
L’Inps nella circolare n. 67/2014 comunica che i percettori di prestazioni di sostegno al reddito l’integrazione salariale, potranno fruire del bonus previsto dal Dl n. 66 del 24 aprile 2014

uilmbrescia
24/02/2014 13:57
Lavoratori impegnati in attività usuranti Domande entro il 1° marzo....vai su http://www.ital-uil.i/ind
ex.jsp?id=402&dettaglio=7
08


uilmbrescia
24/02/2014 13:55
I lavoratori che hanno svolto attività usuranti e maturano i requisiti per il diritto alla pensione entro il 2014 devono presentare la domanda di riconoscimento dei benefici pensionistici entro 1/03

uilmbrescia
24/09/2013 15:40
il 25/09/13 ultimo giorno utile per presentare le domande relative alla terza salvaguardia a Inpsper i lavoratori cessati con accordi individuali/collettivi di incentivo all’esodo.

uilmbrescia
04/09/2013 15:47
Fiat ha incontrato i Sindacati firmatari del CCSL confermando impegni su siti italiani da subito Mirafiori

uilmbrescia
04/09/2013 15:28
E’ on-line la circolare n.19 del 5 giugno 2013 contenente le istruzioni operative per le Direzioni territoriali del lavoro corredata dal modello di istanza che dovrà essere presentata dai lavoratori.

uilmbrescia
28/08/2013 14:31
VAI SU:http://www.ital-uil.it
/index.jsp?id=402&dettagl
io=594&bnk=nf - Maternità - Obbligo dei medici inviare i certificati all'Inps legge,novità contenute nella legge n. 98/2013



500,213 Visite

Powered by PHP-Fusion copyright © 2003-2006 by Nick Jones.
Released as free software under the terms of the GNU/GPL license.