Home · Chi Siamo · Segreteria/Apparato Uilm · Siti Segnalati · C.S.T. UIL Brescia · FaceBook · Sedi Caf Uil sul territorio · Convenzioni Iscritti UIL · Periodico di informazione Uilm 22 Aprile 2019 22:19
Navigazione
Home

Chi Siamo
Segreteria/Apparato Uilm
Dove Siamo

Valore Lavoro
Lavoro Artigiano

Cerca
News
Archivio
Siti Segnalati
Foto
C.S.T. UIL Brescia
Statuto Uilm
FaceBook
MetaSalute
Fondo Cometa
FondApi
Sedi Caf Uil sul territorio
UILwebTV
Convenzioni Iscritti UIL
Periodico di informazione Uilm
E.L.B.A.
FondArtigianato

Utenti Online
Ospiti Online: 1
Nessun Membro Online

Membri Registrati: 3
Ultimo Membro: segreteria
In evidenza
MENO TASSE SUL LAVORO NOTTURNO
Comunicati stampaMENO TASSE SUL LAVORO NOTTURNO L’Agenzia delle Entrate con la risoluzione 83/E ha chiarito definitivamente, ciò che la Uil e
la Uilm hanno sempre sostenuto
, e cioè che la detassazione per il lavoro notturno doveva
riguardare oltre alla maggiorazione anche la quota di retribuzione ordinaria delle ore
lavorate in regime di “notturno” .
· Per ottenere gli sgravi fiscali, occorre innanzitutto richiedere ai datori di lavoro di calcolare
gli sgravi sull’intera remunerazione prestata in “notturno” per il 2010 già a partire dalla
prossima busta paga e di predisporre con urgenza le previste certificazioni per il secondo
semestre 2008 e per tutto il 2009, stante la possibilità di chiedere il rimborso fiscale delle
tasse pagate in più.
· Si precisa che gli incrementi di produttività e di efficienza organizzativa derivanti dai turni,
presupposti dell’aliquota fiscale agevolata del 10%, sono valutabili dall’impresa e non
dall’amministrazione finanziaria. Tuttavia le imprese che hanno già applicato l’aliquota
agevolata sulle maggiorazioni, per coerenza, non potranno sottrarsi all’obbligo di
predisporre la certificazione fiscale per le “ore di lavoro notturno” che, per erronea
interpretazione delle imprese, sono state tassate a regime ordinario.
· Questo chiarimento inoltre è l’occasione per verificare anche casi di aziende che non
hanno in alcun modo applicato la tassazione agevolata pur lavorando a turni, infatti la
valutazione che l’utilizzo dei turni incrementi la produttività e l’efficienza spetta all’ azienda,
ma questa non può sottrarvisi per mero arbitrio o per “pigrizia”, cioè, per esempio, per
evitare gli oneri amministrativi di predisporre le dichiarazioni. Questo perché, dal punto di
vista generale – le aziende che intendessero sottrarsi all’obbligo di predisporre le
certificazioni – si assumerebbero la responsabilità di far pagare più tasse ai propri
dipendenti e in particolare contraddirebbero la volontà del legislatore e la stessa risoluzione
83/E che afferma specificatamente che “l’organizzazione del lavoro a turni costituisce di per
se una forma di efficienza organizzativa”.
· Attraverso questo chiarimento, almeno per i lavoratori che fanno la notte, si apre la
concreta possibilità di avere in detassazione tutti i 6.000 € di massimale previsto, con una
sensibile riduzione delle tasse a carico del lavoratore.
PER OGNI ULTERIORE INFORMAZIONE E PER SOLLECITARE IL RILASCIO DELLA
CERTIFICAZIONE 2008 E 2009, I LAVORATORI SONO INVIATI A RIVOLGERSI AI DELEGATI
UILM.
LE NORME VIGENTI
Con il Decreto Legge n. 93/2008, a partire dal 2° semestre del 2008, è stata prevista la
detassazione di alcuni voci retributive connesse all’incremento della produttività (Premi di risultato,
maggiorazioni turni, lavoro supplementare, ecc.).
Per queste retribuzioni è prevista un tassazione al 10%, in luogo di quella ordinaria (23%, 27%,
38%) nell’ambito dei requisiti reddituali e dei limiti previsti nel corso degli anni:
· Per il 2° semestre 2008, importo massimo detassabile € 3.000 per un reddito da lavoro
dipendente dell’anno precedente non superiore ad € 30.000.
· Per il 2009, importo massimo detassabile € 6.000 per un reddito da lavoro dipendente
dell’anno precedente non superiore ad € 35.000.
· Per il 2010, importo massimo detassabile € 6.000 per un reddito da lavoro dipendente
dell’anno precedente non superiore ad € 35.000.
· Per il 2011, la manovra economica del Governo, prevede la conferma della detassazione
per un importo di € 6.000 con un aumento ad € 40.000 del reddito dell’anno precedente.
COME RECUPERARE LE TASSE DEL 2008 E DEL 2009
Per recuperare le tasse pagate in più nel 2008 e nel 2009 è necessario presentare all’Agenzia
delle Entrate un’ISTANZA DI RIMBORSO, formulata sulla base della Certificazione che il Datore di
Lavoro è obbligato a rilasciare, specificando l’ammontare delle retribuzioni percepite per il lavoro
notturno, non sottoposte a tassazione agevolata, svolto nell’anno di riferimento (2008 e 2009)
E’ possibile velocizzare i tempi del rimborso attraverso l’elaborazione delle DICHIARAZIONI
REDDITUALI INTEGRATIVE che, però, hanno termini di presentazione molto ristretti:
· Per il 2008 il termine ultimo per presentare l’UNICO integrativo è il 30/9/2010, nel caso ciò
sia possibile il rimborso verrà richiesto con la presentazione del 730/2011 (rimborso Luglio
2011);
· Per il 2009 il termine ultimo per presentare il Mod. 730 integrativo è il 25/10/2010 (rimborso
dicembre 2010) oppure per presentare l’UNICO integrativo entro 30/9/2011 e ottenere il
rimborso con la presentazione del 730/2012 (rimborso Luglio 2012).
Per presentare le dichiarazioni integrative o per avviare la procedura di rimborso, comunque, è
indispensabile la certificazione aziendale, oltre alla documentazione indicati al punto seguente,
con cui i lavoratori interessati potranno rivolgersi al CAF UIL.
DOCUMENTAZIONE
Per richiedere il rimborso tramite il Caf Uil, i lavoratori interessati, devono presentare la seguente
documentazione:
· Certificazione del datore di lavoro delle ulteriori retribuzioni a tassazione ridotta (2°
semestre 2008 e 2009);
· CUD 2008 e 2009;
· Dichiarazione dei redditi (730 o Unico) del 2008 e del 2009.
Commenti
Non sono stati scritti commenti
Scrivi commento
Prego Loggati per scrivere un commento
Voti
Il Voto è attivo solo per i Membri.

Prego loggati o registrati per votare.

Nessun voto pervenuto
Login
Nome Utente

Password



Dimenticata la password?
Richiedine una nuova qui.
Benvenuti nel sito Ufficiale della UILM-Uil Brescia sede provinciale via Rodolfo Vantini n°20 25126
telefono: 030/398250 - fax: 030/300084 e-mail: uilm@uilbrescia.it
Shoutbox
Devi loggarti per scrivere un messaggio

uilmbrescia
04/06/2014 14:46
L’Inps nella circolare n. 67/2014 comunica che i percettori di prestazioni di sostegno al reddito l’integrazione salariale, potranno fruire del bonus previsto dal Dl n. 66 del 24 aprile 2014

uilmbrescia
24/02/2014 13:57
Lavoratori impegnati in attività usuranti Domande entro il 1° marzo....vai su http://www.ital-uil.i/ind
ex.jsp?id=402&dettaglio=7
08


uilmbrescia
24/02/2014 13:55
I lavoratori che hanno svolto attività usuranti e maturano i requisiti per il diritto alla pensione entro il 2014 devono presentare la domanda di riconoscimento dei benefici pensionistici entro 1/03

uilmbrescia
24/09/2013 15:40
il 25/09/13 ultimo giorno utile per presentare le domande relative alla terza salvaguardia a Inpsper i lavoratori cessati con accordi individuali/collettivi di incentivo all’esodo.

uilmbrescia
04/09/2013 15:47
Fiat ha incontrato i Sindacati firmatari del CCSL confermando impegni su siti italiani da subito Mirafiori

uilmbrescia
04/09/2013 15:28
E’ on-line la circolare n.19 del 5 giugno 2013 contenente le istruzioni operative per le Direzioni territoriali del lavoro corredata dal modello di istanza che dovrà essere presentata dai lavoratori.

uilmbrescia
28/08/2013 14:31
VAI SU:http://www.ital-uil.it
/index.jsp?id=402&dettagl
io=594&bnk=nf - Maternità - Obbligo dei medici inviare i certificati all'Inps legge,novità contenute nella legge n. 98/2013



500,194 Visite

Powered by PHP-Fusion copyright © 2003-2006 by Nick Jones.
Released as free software under the terms of the GNU/GPL license.