Home · Chi Siamo · Segreteria/Apparato Uilm · Siti Segnalati · C.S.T. UIL Brescia · FaceBook · Sedi Caf Uil sul territorio · Convenzioni Iscritti UIL · Periodico di informazione Uilm 19 Novembre 2019 14:30
Navigazione
Home

Chi Siamo
Segreteria/Apparato Uilm
Dove Siamo

Valore Lavoro
Lavoro Artigiano

Cerca
News
Archivio
Siti Segnalati
Foto
C.S.T. UIL Brescia
Statuto Uilm
FaceBook
MetaSalute
Fondo Cometa
FondApi
Sedi Caf Uil sul territorio
UILwebTV
Convenzioni Iscritti UIL
Periodico di informazione Uilm
E.L.B.A.
FondArtigianato

Utenti Online
Ospiti Online: 1
Nessun Membro Online

Membri Registrati: 3
Ultimo Membro: segreteria
In evidenza
Claudio Mor nella segreteria regionale Uil
Comunicati stampaLa contrattazione a Brescia nelle aziende artigiane – Claudio Mor nella segreteria regionale

A Brescia, nel 2009, grazie alla contrattazione della sola Uil, in relazione alla cassa integrazione in deroga, circa 3.500 lavoratori di 555 imprese artigiane sono stati coinvolti in un processo formativo teso a preservare la cultura del lavoro propria dell’imprenditorialità artigiana. Il dato è ancora più significativo se si considera che l’insieme delle aziende artigiane coinvolte è stato di 850, con la conseguenza che la Uil ha contrattato da sola il 64 per cento dell’insieme della cassa integrazione in deroga. Merito, in gran parte, del risultato conseguito, è di Claudio Mor, dal 2008 responsabile del settore artigianato della Uil bresciana e da alcuni giorni eletto nella segreteria della Uil regionale.
Claudio Mor, unico bresciano eletto nella segreteria regionale della Uil Lombardia, guidata da Walter Galbusera, è un dipendente Om-Iveco dal 1987 ed è delegato sindacale della Uilm dal 1988. Nel 2002 è entrato nella segreteria provinciale della Uilm e dal 2008 è responsabile del settore artigiano della Uil.
Nella segreteria regionale Claudio Mor si occuperà di artigianato e di piccole e medie imprese.

“L’esperienza della contrattazione nelle aziende artigiane – sostiene Claudio Mor, a commento dei dati - è stata significativa in quanto ha messo in evidenza non solo la validità intrinseca della formazione, ma anche i suoi limiti nell’ambito delle attuali normative e delle procedure conseguenti. Da qui un primo impegno della Uil di lavorare affinché la normativa venga adeguata ai reali bisogni, le procedure siano snellite e la formazione sia sempre più corrispondente alla necessità di riposizionamento delle imprese che lavorano in filiera e nel contoterzismo”.
“L’esperienza condotta – continua Mor - evidenzia anche il fenomeno degli extracomunitari come elemento di grande importanza per la riuscita dell’intero processo di posizionamento sui mercati delle imprese minori e dell’artigianato. Gli extracomunitari rappresentano in molte aziende risorse importanti, ma vanno formati adeguatamente, a partire dell’alfabetizzazione che è assolutamente carente, sia in senso proprio, ossia della lingua, sia per quanto riguarda le regole del nostro ordinamento, che discendono dalla carta costituzionale, frutto, a sua volta, di conquiste storiche della nostra civiltà”.
“Il risultato più importante di questa esperienza contrattuale – continua Mor - è il concretizzarsi di un patto in azienda sui valori da trasmettere e questo in un settore particolare come l’artigianato. L’artigiano, infatti, è sempre stato e lo è anche oggi, il simbolo vivente del valore del lavoro non contaminato dal virus della finanza, del quale, purtroppo, subisce i contraccolpi. Stiamo vivendo una crisi complessa, come si evince anche dalla ricerca del professor Marco Alberti, nel volume sulla cultura della sicurezza pubblicato dalla Fondazione Kuliscioff e da Clanto e che è stato distribuito come contributo al congresso regionale. E’ una crisi che amplifica le frustrazioni dell’artigianato e che richiede nuove regole condivise per affermare l’affidabilità. Sono regole che vanno affermate insieme da imprese, sindacati, associazioni, consulenti e istituzioni. Noi della Uil abbiamo interiorizzato questa necessaria linea di condotta ed è per questo motivo che abbiamo promosso un patto in azienda, sulle cose concrete, non ideologiche”.
“Le cifre del recente coinvolgimento di aziende artigiane sono eloquenti – conclude Mor - ma va affermato con nettezza che l’obbligatorietà della formazione durante la cassa integrazione deve essere una priorità assecondata dalle istituzioni e, in primo luogo, dalla Regione Lombardia, la quale deve mettere a disposizione risorse adeguate ed imporre le giuste verifiche. Le procedure vanno semplificate, per dare realtà effettiva alla formazione e su questo versante la Uil darà battaglia”.

Login
Nome Utente

Password



Dimenticata la password?
Richiedine una nuova qui.
Benvenuti nel sito Ufficiale della UILM-Uil Brescia sede provinciale via Rodolfo Vantini n°20 25126
telefono: 030/398250 - fax: 030/300084 e-mail: uilm@uilbrescia.it
Shoutbox
Devi loggarti per scrivere un messaggio

uilmbrescia
04/06/2014 14:46
L’Inps nella circolare n. 67/2014 comunica che i percettori di prestazioni di sostegno al reddito l’integrazione salariale, potranno fruire del bonus previsto dal Dl n. 66 del 24 aprile 2014

uilmbrescia
24/02/2014 13:57
Lavoratori impegnati in attività usuranti Domande entro il 1° marzo....vai su http://www.ital-uil.i/ind
ex.jsp?id=402&dettaglio=7
08


uilmbrescia
24/02/2014 13:55
I lavoratori che hanno svolto attività usuranti e maturano i requisiti per il diritto alla pensione entro il 2014 devono presentare la domanda di riconoscimento dei benefici pensionistici entro 1/03

uilmbrescia
24/09/2013 15:40
il 25/09/13 ultimo giorno utile per presentare le domande relative alla terza salvaguardia a Inpsper i lavoratori cessati con accordi individuali/collettivi di incentivo all’esodo.

uilmbrescia
04/09/2013 15:47
Fiat ha incontrato i Sindacati firmatari del CCSL confermando impegni su siti italiani da subito Mirafiori

uilmbrescia
04/09/2013 15:28
E’ on-line la circolare n.19 del 5 giugno 2013 contenente le istruzioni operative per le Direzioni territoriali del lavoro corredata dal modello di istanza che dovrà essere presentata dai lavoratori.

uilmbrescia
28/08/2013 14:31
VAI SU:http://www.ital-uil.it
/index.jsp?id=402&dettagl
io=594&bnk=nf - Maternità - Obbligo dei medici inviare i certificati all'Inps legge,novità contenute nella legge n. 98/2013



534,767 Visite

Powered by PHP-Fusion copyright © 2003-2006 by Nick Jones.
Released as free software under the terms of the GNU/GPL license.