Home · Chi Siamo · Segreteria/Apparato Uilm · Siti Segnalati · C.S.T. UIL Brescia · FaceBook · Sedi Caf Uil sul territorio · Convenzioni Iscritti UIL · Periodico di informazione Uilm 23 Giugno 2018 06:03
Navigazione
Home

Chi Siamo
Segreteria/Apparato Uilm
Dove Siamo

Valore Lavoro
Lavoro Artigiano

Cerca
News
Archivio
Siti Segnalati
Foto
C.S.T. UIL Brescia
Statuto Uilm
FaceBook
MetaSalute
Fondo Cometa
FondApi
Sedi Caf Uil sul territorio
UILwebTV
Convenzioni Iscritti UIL
Periodico di informazione Uilm
E.L.B.A.
FondArtigianato

Utenti Online
Ospiti Online: 1
Nessun Membro Online

Membri Registrati: 3
Ultimo Membro: segreteria
In evidenza
DOCUMENTO FINALE XV CONGRESSO PROVINCIALE UILM BRESCIA
Congresso 2014Il 15 Congresso Provinciale della UILM di Brescia riunitosi a Iseo, nell’approvare la relazione svolta a nome della segreteria provinciale dal segretario responsabile Martino Amadio, ritiene che occorra avviare politiche di rilancio dell’economia dell’area Euro, attraverso una decisa attenuazione dell’austerity, conseguenza di trattati europei inadeguati ad assicurare il mantenimento di un ruolo preminente nell’economia mondiale.
- Le risorse finanziarie devono valorizzare la vocazione industriale il cui sviluppo sia in grado di rilanciare occupazione, reddito, consumi.
- In questo senso Brescia ha una forte presenza industriale orientata sia alla produzione di acciaio sia alle successive lavorazioni meccaniche, con professionalità formatesi nel tempo, che costituiscono assieme la base di capitale umano e tecnologico necessario per superare le difficoltà attuali.
- Tutelare l’ambiente e la salute pubblica è una priorità e un obbligo da perseguire, mettendo tutte le imprese nelle medesime opportunità di utilizzare la migliore tecnologia possibile con eguali condizioni competitive.
- Ciò attraverso una maggiore diffusione e il rafforzamento della contrattazione aziendale territoriale, da vedersi non come un costo, ma come un investimento per realizzare obiettivi quali produttività e qualità del prodotto.
- Il reperimento delle risorse finanziarie non deve passare attraverso allungamenti dell’età pensionabile, occorre invece ripristinare flessibilità di accesso pensionistico.
- Nel mercato del lavoro occorrono regole certe, non suscettibili di continue modifiche, evitando l’espulsione degli ultracinquantenni e favorendo l’ingresso dei giovani nel ciclo produttivo.
- L a UILM di Brescia è disponibile a discutere con la UIL la realizzazione di un sindacato a rete, che si diffonda sul territorio, attuando eventuali integrazioni e/o accorpamenti categoriali o territoriali ovvero sinergie derivanti da una visione di riforma organizzativa organica.
- Il rafforzamento della UILM e della UIL passa attraverso la valorizzazione delle delegate e dei delegati, rappresentanti sindacali in azienda, mettendo a loro disposizione percorsi formativi di crescita umana e competenza sindacale.

Iseo 06/05/2014
VOTATO ALL'UNANIMITA'

1 Maggio 2014
1 maggio 2014Come ogni anno si svolgeranno in tutte le piazze delle città italiane le consuete manifestazioni del 1° Maggio, quella nazionale è prevista a Pordenone, con il tema di quest'anno :

“+ LAVORO + EUROPA + SOLIDARIETÀ”.

Anche a Brescia è prevista la tradizionale celebrazione della ricorrenza, chiaramente "sotto tono" rispetto agli anni passati, condizione dovuta dal perdurare di questa situazione di forte crisi occupazionale ed economica che continua a colpire il nostro territorio.
Il concentramento di tutti i lavoratori, studenti e pensionati è previsto per le ore 9.30 in P.le Garibaldi, il corteo proseguirà poi per P.zza Loggia dove terrà l'intervento, a nome di CGIL - CISL - UIL, la sig.ra Annamaria Furlan, Segr. Conf. Naz. CISL
SPECIALE ELEZIONE ON LINE DEI DELEGATI RAPPRESENTANTI I LAVORATORI ASSOCIATI
Elezioni FasifIl compito dei delegati è quello di controllare la gestione del fondo e specialmente il suo funzionamento.

Molto è stato fatto, tanti i problemi risolti, molto resta da fare.


NOI DI IVECO VOTIAMO GIANFRANCO VERDINI*



*Gianfranco Verdini, è dipendente IVECO TORINO, è stato uno dei quattro lavoratori che ha firmato l’atto costitutivo del fondo sanitario Fasifiat in rappresentanza dei lavoratori del Gruppo Fiat/Cnh.
Successivamente è stato eletto nel C.d.A di Fasifiat, parte lavoratori e attualmente fa parte dell’O.G.T. di FASIF.


IL FONDO SANITARIO E’ UNA IMPORTANTE CONQUISTA SINDACALE CHE OFFRE UN AIUTO CONCRETO AI LAVORATORI E ALLE LORO FAMIGLIE, PER GARANTIRE SALUTE E LE CURE MIGLIORI, SALVAGUARDANDO NEL CONTEMPO LE RETRIBUZIONI.


CONGRESSI PROVINCIALI 2014
Congresso 2014Brescia 03 aprile 2014
Anche per la Camera Sindacale Territoriale di Brescia è avviata la fase congressuale con le assemblee di base delle categorie dei lavoratori attivi e dei pensionati.

Il calendario dei congressi di categoria della UIL è il seguente:
UILCOM (cartai) 29 Marzo 2014
FENEAL (edilizia) 29 Marzo 2014
UILCA (credito-assicurativi) 02 Aprile 2014
UILTEC (chimici-tessili) 07 Aprile 2014
UILT (trasporti) 11 Aprile 2014
UIL FPL (funzione pubblica) 14 Aprile 2014
UILA (agro-alimentari) 16 Aprile 2014
UILTUCS (commercio) 30 Aprile 2014
UILP (pensionati) 03 Maggio 2014
UILPOST (postali) 05 Maggio 2014
UILPA (pubblica amm.zione) 05 Maggio 2014
UILM (metalmeccanici) 06 Maggio 2014


A completare il percorso, Il Congresso Confederale della Camera Sindacale Territoriale UIL si terrà il 15-16 maggio 2014 a Brescia presso Centro Congressi Park Hotel Cà Nöa.




Brandt, Provincia in campo «Più delle carte servono i fatti»
Ocean FONTE BRESCIAOGGI del 01/04/2014

Il tempo stringe, ma non basta per rendere il futuro della Brandt Italia di Verolanuova più chiaro all'orizzonte. Per questo ieri i lavoratori sono scesi in piazza ieri mattina per manifestare chiedendo una soluzione rapida della loro situazione: a fine aprile per molti di loro scadranno gli ammortizzatori sociali e le ventilate ipotesi di un futuro produttivo si sono arenate.
L'assessore alle attività produttive Giorgio Bontempi - con alcuni responsabili dell'Agenzia regionale, presenti per conto della direzione attività produttive - ha incontrato la delegazione sindacale intorno alle 11.15, dopo che il corteo partito alle 9 dal «Pirellino», sede della Regione Lombardia a Brescia, in via Dalmazia, aveva raggiunto via Cefalonia (dove è stato precauzionalmente dirottato il traffico) passando per via Lamarmora, ha promesso un impegno diretto ed un incontro «prima di Pasqua».
«NON MI SONO mai tirato indietro - ha commentato l'assessore a margine dell'incontro -, soprattutto con più di 400 famiglie chiamate in causa. Per concretezza, senso di responsabilità ed esperienza ho offerto la mia disponiblità, farò un confronto urgentissimo con la Regione per poi convocare sindacati e Rsu entro un massimo di 10 giorni, ovvero prima di Pasqua». Bontempi non ha nascosto le sue perplessità: «La situazione mi convince poco - ha commentato -, se c'è un accordo per le assunzioni mi chiedo quale sia il problema. Non vorrei che l'intento sia di temporeggiare per non mantenere l'impegno. Ora i fatti servono più delle carte dei business plan. Mi è spiaciuto che ieri non ci fossero rappresentanti dell'azienda all'incontro. Arrivare a poche settimane dalla fine degli ammortizzatori sociali è cosa pericolosa, ma adesso serve franchezza: una brutta verità a volte è migliore di un inutile tergiversare, ma mi auguro non sia così».
La richiesta di incontro - al quale hanno presenziato, oltre ai rappresentanti delle categorie (Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm), anche i segretari provinciali Damiano Galletti (Cgil) e Enzo Torri (Cisl) - è stata avanzata per discutere del piano di reindustrializzazione del sito Brandt Italia di Verolanuova presentato dalla società Optimize/Optiverde - che prevede linee di produzione per gli impianti di riciclaggio apparecchi elettronici, cogeneratori, montaggio scooter elettrici - e ad oggi realizzato solo in minima parte. Un percorso che al termine darebbe occupazione a 266 lavoratori ex Brandt Italia (un centinaio gli esclusi). Ma i tempi rallentati stanno alzando l'allarme tra i lavoratori, anche perchè al termine del mese di aprile scade il secondo anno di Cigs per cessazione di attività e la prospettiva più immediata è che tutti i lavoratori rischino il licenziamento e la mobilità.
IN QUESTI MESI si sono peraltro svolti più incontri con Brandt Italia e Optimize, al fine di monitorare l'avanzamento del piano, interrotto da problemi finanziari, sul quale continuano a mancare certezze. «Abbiamo ribadito la situazione - ha commentato Francesco Bertoli (Fiom) - e incassato l'impegno che dalla Regione parta la convocazione a mettere tutti intorno ad un tavolo». Positiva la percezione di Laura Valgiovio (Fim): «Bontempi ha capito l'emergenza ed ha accolto la nostra richiesta per capire dove la situazione si sta incagliando, siamo fiduciosi», mentre Martino Amadio (UILM) rilancia: «Crediamo ancora nel progetto Optiverde ma serve non possiamo rimanere appesi all'incertezza, si faccia il confronto per mettere punti fermi. Tutto regge se partirà una linea di prodotto (gli scooter) che faccia incassare». Molti gli interrogativi, tra cui anche quelli legati all'acquisizione, data per assodata nelle scorse settimane, del sito produttivo da parte di Optiverde.
Iveco, vertice al Pirellino «Impegno della Regione» ma restano le incognite
IVECO BRESCIAFonte BresciaOggi del 22.03.2014

Un nuovo confronto con le istituzioni «aspettando» risposte confortanti dal mercato.
ALCUNI rappresentanti della IV Commissione (Attività produttive e Occupazione) della regione Lombardia (Donatella Martinazzoli e Fabio Rolfi della Lega; Michele del Patto civico-Ambrosoli) hanno incontrato a Brescia, nella sede del Pirellino, i vertici territoriali di Fim, Uilm e Fismic (accompagnati dalle rispettive Rsa della fabbrica): al centro dell'attenzione, presente anche segretario generale lombardo dei meccanici Cisl, Nicola Alberta, il caso che interessa l'Iveco. I rappresentanti sindacali, come spiegano in una nota, hanno ampiamente illustrato la situazione in cui versa lo stabilimento (gli addetti sono in «solidarietà»), con una situazione produttiva mediamente ridotta al 50% della capacità utilizzata prima della crisi. Gli esponenti politici, a loro volta, hanno illustrato quanto emerso dal faccia a faccia di giovedì con l'azienda: in particolare - si legge nel documento - hanno riscontrato perplessità e disagio rispetto alle strategie per un nuovo piano industriale che veda salvaguardare l'occupazione attuale. Questo in conseguenza del fatto che il settore dell'Eurocargo si è molto ristretto rispetto al passato e, ad oggi, non vi sono spiragli che possono far pensare a un'inversione di tendenza.
LA PROPRIETA' sollecitata a sviluppare nuove attività, si legge ancora nella nota, «ha espresso difficoltà a trovare motivazioni valide a trasferire in Italia produzioni»; contemporaneamente non hanno manifestato intenzioni di «delocalizzazione». I rappresentanti istituzionali hanno espresso la volontà di costruire un gruppo di lavoro focalizzato sul sito bresciano per orientare la discussione di Giunta sulla possibilità di attivare le risorse, messe a disposizione dalla legge 11 sulla competitività. Le organizzazioni sindacali - conclude la nota - «hanno incassato un impegno a mantenere alta l'attenzione da parte della Regione».

FESTA DELLA DONNA
giornata della donna Alle donne forti, che ogni giorno combattono tutti i piccoli e grandi ostacoli della vita.

Alle donne deboli, che riescano a trovare la forza dentro di loro per sistemare quel che non va.

Alle donne, tutte, la vostra festa è oggi e ogni giorno!

BUON 8 MARZO

A TUTTE VOI
Comunicato Stampa
IVECO BRESCIABrescia 20.02.2014

Questa mattina si è svolto presso Palazzo della Loggia l' atteso incontro promosso da FIM . FISMIC . UILM con il Sindaco di Brescia Emilio del Bono,  sulla preoccupante situazione occupazionale e produttiva della Iveco che interessa da oltre cinque anni i lavoratori del Sito CNH Industrial bresciano.

Le OO.ss. hanno evidenziato il forte perdurare della crisi che non da segnali di ripresa e dal 2008 che sta coinvolgendo il sito iveco con un forte calo nella produzione che passa dai 25000 Eurocargo ai 14000 . Calo produttivo che in questi anni abbiamo affrontato con l'utilizzo di ammortizzatori sociali. 
E' stata ripercorsa  la recente storia di scelte industriali, i recenti accordi ed impegni sottoscritti, le preoccupazioni e le incognite del presente che pesano sui circa 3000 lavoratori del Sito e le loro famiglie. La preoccupazione ricade forte anche sull' indotto.
Attualmente i circa 1000 esuberi sono assorbiti dall'utilizzo di contratti di solidarietà che scadranno ad agosto 2015.  
Al Sindaco abbiamo chiesto un particolare interesse da parte dell' Amministrazione comunale.
Abbiamo registrato grande disponibilità da parte del primo cittadino che si è formalmente impegnato ad avviare una interlocuzione con l'Azienda entro la primavera, mantenendo aperto anche questo modello di confronto.
SABAF: FIRMATO RINNOVO ACCORDO AZIENDALE
SABAFOspitaletto 07/02/2014

Con 281 voti favorevoli le lavoratrici ed i lavoratori della Sabaf di Ospitaletto affidano a UILM – Fiom e rispettive RSU il mandato di siglare l’accordo sul rinnovo del contratto aziendale che avrà durata fino al 30 giugno 2016.
Su un totale di 553 aventi diritto al voto si sono recati alle urne per esprimere il voto parere 354 lavoratori i favorevoli per l’appunto sono stati 281, contrari 57, 14 le schede bianche e 2 le nulle.
Quindi risulta largo il consenso espresso sull’ipotesi di accordo da parte dei lavoratori, che nei prossimi giorni con la sigla delle parti diventerà effettivo (oggi la firma in Azienda), che prevederà a regime un incremento di superminimo aziendale collettivo di 15 euro, un nuovo premio variabile composto da indici di produttività e qualità che a regime potrà garantire 1120 euro, un incremento sulla maggiorazione del lavoro notturno dalle 22 alle 6, una una tantum a copertura del periodo di vacanza contrattuale erogato nel mese di marzo 2014 di 122,35 euro, oltre la clausola di ultrattività ed il consolidamento del vecchio premio di risultato, e capitoli inerenti l’ambiente di lavoro, la formazione e le informazioni di andamenti del sito produttivo.

Per la Uilm dopo quasi 9 mesi di trattativa e nessun ora di iniziativa di sciopero messa in campo, analizzata la situazione in cui versa il settore in cui opera l’azienda, si può definire tutto sommato positivo il raggiungimento di questa intesa che può garantire in termini di prospettive un po’ di tranquillità per le lavoratrici ed i lavoratori del sito di Ospitaletto.

Eural, c'è l'intesa aziendale Referendum vinto con l'81%
EURALFonte BresciaOggi del 16/01/2014

Firmano solo Fiom e Uilm: «Buono il risultato in un momento difficile» Fim: «Aumenti inferiori alle attese, col variabile si poteva fare di più»

Rinnovato l'accordo aziendale alla Eural Gnutti di Rovato, realtà che conta circa 300 dipendenti attiva nel settore della produzione di profilati, barre estruse in leghe di alluminio. L'accordo è stato firmato soltanto da Fiom Cgil e Uilm Uil ed ha visto la non condivisione della Fim e della sua Rsu. L'accordo aziendale è stato sottoposto e validato da referendum certificato dopo aver ottenuto l'ok dall'81% di 234 lavoratori votanti. L'intesa, come hanno fatto sapere Uilm e Fiom, era stata raggiunta prima di Natale ed è stata ufficializzata in seguito al voto positivo.
IL CONTRATTO ha validità biennale, fino al 31 dicembre 2015; prevede l'incremento del 2% sul notturno, 15 euro al mese di superminimo dal 1 gennaio 2014, il consolidamento del precedente premio a 1.270 euro, una quota a copertura del 2013 ed un nuovo premio di risultato, che nel 2014 può erogare fino a 900 euro annui che si elevano a 950 euro annui nel 2015 di cui 700 garantite il primo anno e 750 garantiti il secondo anno, mentre la quota variabile è collegata alla qualità. Altre questioni importanti sono la comunicazione interna in termini di professionalità in aggiunta alla formazione oltre all'impegno dell'azienda che in caso di «cassa» si impegna a riconoscere comunque tutti gli istituti contrattuali.
LA FIM considera l'intesa orientata al passato: «non coerente - scrive - con le prospettive di crescita che la stessa Eural ha dichiarato, con un incremento della produttività non inferiore al 30%. Una contrattazione, ancora una volta, nel solco dei pochi soldi ma garantiti a scapito di una prima proposta che la stessa azienda aveva posto sul tavolo che partiva da 2000 euro variabili oltre a quote di salario esenti da tassazione collegate al welfare aziendale». Soddisfazione è stata espressa dalla Uilm che ribatte: «I dati previsionali dell'azienda sono variabili. L'azienda lo scorso anno ha fatto ricorso agli ammortizzatori sociali. La certezza delle previsioni non ce l'abbiamo», mentre Fiom spiega che il giudizio positivo «è sia sul merito che sul percorso democratico».
SERENO NATALE E FELICE 2014
AUGURI LA UILM BRESCIA AUGURA A TUTTI UN SERENO NATALE ED UN 2014 MIGLIORE...

L'anno Nuovo è un libro di 365 pagine vuote... fai di ogni giorno il tuo capolavoro,

usa tutti i colori della vita e mentre scrivi sorridi!!!b>
Pagina 4 di 25 < 1 2 3 4 5 6 7 > >>
Login
Nome Utente

Password



Dimenticata la password?
Richiedine una nuova qui.
Benvenuti nel sito Ufficiale della UILM-Uil Brescia sede provinciale via Rodolfo Vantini n°20 25126
telefono: 030/398250 - fax: 030/300084 e-mail: uilm@uilbrescia.it
Shoutbox
Devi loggarti per scrivere un messaggio

uilmbrescia
04/06/2014 14:46
L’Inps nella circolare n. 67/2014 comunica che i percettori di prestazioni di sostegno al reddito l’integrazione salariale, potranno fruire del bonus previsto dal Dl n. 66 del 24 aprile 2014

uilmbrescia
24/02/2014 13:57
Lavoratori impegnati in attività usuranti Domande entro il 1° marzo....vai su http://www.ital-uil.i/ind
ex.jsp?id=402&dettaglio=7
08


uilmbrescia
24/02/2014 13:55
I lavoratori che hanno svolto attività usuranti e maturano i requisiti per il diritto alla pensione entro il 2014 devono presentare la domanda di riconoscimento dei benefici pensionistici entro 1/03

uilmbrescia
24/09/2013 15:40
il 25/09/13 ultimo giorno utile per presentare le domande relative alla terza salvaguardia a Inpsper i lavoratori cessati con accordi individuali/collettivi di incentivo all’esodo.

uilmbrescia
04/09/2013 15:47
Fiat ha incontrato i Sindacati firmatari del CCSL confermando impegni su siti italiani da subito Mirafiori

uilmbrescia
04/09/2013 15:28
E’ on-line la circolare n.19 del 5 giugno 2013 contenente le istruzioni operative per le Direzioni territoriali del lavoro corredata dal modello di istanza che dovrà essere presentata dai lavoratori.

uilmbrescia
28/08/2013 14:31
VAI SU:http://www.ital-uil.it
/index.jsp?id=402&dettagl
io=594&bnk=nf - Maternità - Obbligo dei medici inviare i certificati all'Inps legge,novità contenute nella legge n. 98/2013



447,849 Visite

Powered by PHP-Fusion copyright © 2003-2006 by Nick Jones.
Released as free software under the terms of the GNU/GPL license.